IBM USA No telework

IBM, campione del lavoro da casa cambia idea:  negli USA tutti i dipendenti dovranno trasferirsi nei nuovi uffici. I 386mila dipendenti dell’azienda meditano l'abbandono dell'azienda? A cosa si deve la decisione? Qui l'articolo di Antonio Dini su Macitynet  
Di più

Il bello dello Smart Working. Oppure no?

Angelo Deiana, Presidente di Confprofessioni, su Huffington Post dedica un articolo a promuovere a pieni voti lo smart working, come una strategia che fa bene sia l'impresa che il lavoratore. Una tesi tutto sommato nota e condivisa. Ma non da tutti. Questi sono i commenti postati dai primi due lettori:  Primo commento: "Si lavora di più e si ha perfino più tempo libero" Come no. Ma per favore. Cosa ne sapete dei posti di lavoro veri? Quelli dove se ritardi due minuti te lo fanno pesa...
Di più

Telelavoro e Smart Work secondo La Repubblica

Con una inchiesta di Luisa Grion il quotidiano La Repubblica affronta le differenze tra il "vecchio" telelavoro e il "nuovo" smart work. Le principali differenze vengono sintetizzate così: "il primo – introdotto in Italia una ventina d’anni fa – è meno flessibile, prevede una postazione fissa (il "vecchio" computer di casa), mansioni più ripetitive e una modalità di lavoro stabile: in passato era considerato il top per le mamme disposte a rinunciare alla carriera per lavorare dando un'occ...
Di più

Bassilichi: telelavoro in coworking per evitare i trasferimenti

Firmato da poco dal gruppo Bassilichi un interessante  accordo di telelavoro in co-working  con le organizzazioni sindacali Fiom-Cgil e Fim-Cisl per la sede di Pisa, che l'azienda ha deciso di chiudere a fronte di una riorganizzazione dei servizi e della struttura produttiva. Ben 57 dipendenti avrebbero dovuto trasferirsi a Firenze. Invece trentacinque continueranno a svolgere la loro attività in città all'interno di una struttura di coworking. Si tratta di una interessante sperimentazion...
Di più

Tech Economy fa il punto sullo Smart Work

Tech Economy, il magazine online dedicato all'economia della Rete, dedica un approfondito focus  al telelavoro e allo smart work. Ne esce un quadro con molte possibilità e qualche ombra (ad esempio l'isolamento organizzativo), che deriva da un management che non riesce a utilizzare a pieno le potenzialità del lavoro nella società in rete. Per leggere lo speciale cliccare qui.  
Di più

Oltre metà degli occupati vorrebbe telelavorare

E' questa la conclusione cui giunge  uno studio della multinazionale del lavoro interinale Kelly Service, che ha intervistato 164 mila lavoratori in 28 Paesi (4 mila in Italia).  Il 63% dei lavoratori italiani, infatti, pensa che siano molto più desiderabili le aziende che offrono metodi, come telelavoro e smart work, che aiutano a conciliare vita professionale e privata.  
Di più

Smart Work e Piattaforme Digitali

E' stata presentata di recente alla Camera dei deputati una proposta di legge intesa a regolamentare le piattaforme digitali, cioè quei sistemi, come AirBnB o Uber, che permettono la condivisione di beni (come l'appartamento) e servizi (come lo spostamento in auto) nell'ambito di quella che viene comunemente definita "Economia della condivisione".  Nella proposta si intende soprattutto regolare i compiti e limitare il potere di chi gestisce la piattaforma, gli aspetti fiscali per chi mette a...
Di più

Uffici condivisi? In che senso?

Associata all'idea di telelavoro e lavoro agile si parla spesso di Desk sharing o scrivania condivisa. Le aziende sono molto interessate al tema: poter risparmiare il 20 o 30% dello spazio, sfruttando i giorni di presenza e assenza dei telelavoratori dalla sede, specialmente nelle grandi città, è un affare non da poco. Anche le PA, che hanno l'obbligo di ridurre i costi di esercizio immobiliare, guardano con interesse alla possibilità di far condividere le scrivanie ogni volta che sia possib...
Di più

Smart Barilla

Se qualcuno aveva ancora dei dubbi, questo annuncio, ripreso ampiamente da moltissimi giornali, li fuga tutti: lo smart work si puo' fare in ogni tipologia di impresa, persino in quelle agro-industriali. Alla Barilla sin dal 2013 esiste un progetto di smart working in tutte le sedi, nazionali e internazionali. Su 1.600 impiegati coinvolti, circa 1.200 (oltre il 74%) hanno usufruito dell'opportunità di lavorare da casa.
Di più