Non andare in ufficio, lavora dalla stazione ferroviaria

L'idea andrebbe benissimo anche da noi, dove i treni pendolari sono la croce di milioni di persone che arrivano  nelle grandi città tutti i giorni. Sncf (la società ferroviaria di proprietà dello Stato) sta allestendo uffici open space in 21 stazioni tra Parigi e la sua vastissima periferia. Grandi in media mille metri quadrati, si trovano in genere  su una tettoia sopra i parcheggi annessi agli scali ferroviari. Ci si potrà spostare lì a lavorare, senza dover per forza prendere il treno e r...
Di più

Telelavoro al Comune di Torino: il punto

Sono 43 i telelavoratori del Comune di Torino, e tutti i responsabili sono più che soddisfatti del lavoro che svolgono. Secondo le interviste svolte da Andrea Solimene e documentate in un articolo, si tratta di un progetto in attivo sin dal primo anno grazie ai risparmi sulla mensa, sul salario accessorio e alla riduzione di malattie e permessi. Importanti i vantaggi per l’ambiente: 186.000 km di viaggio casa/lavoro risparmiati in un anno.
Di più

Se nevica forte, usa lo SmartWork

A Boston l'inverno 2014-15 è stato da record: freddo e neve in abbondanza. Secondo US News molte aziende hanno permesso ai propri dipendenti di telelavorare senza uscire da casa, ottenendo risultati eccellenti. Il maltempo negli USA ha costi stimati tra i $ 15 miliardi a $ 50 miliardi, e nel 2014 le interruzioni di attività sono costate agli organismi governativi  oltre 71 milioni di dommati in perdita di produttività per ogni giorno di neve. Ovviamente alcuni costi dovuti al maltempo so...
Di più

Telelavoro, inquinamento, risparmio energetico: una via possibile

  Nel 2000 ho svolto una ricerca su un gruppo di 196 telelavoratori domiciliari di Telecom Italia che rispondevano al call center dell'allora Servizio 12.  In quell'occasione fu misurato, applicando una metodologia sviluppata in California,  il risparmio energetico derivante dal telelavoro.   Di seguito si riporta un passaggio tratto dal mio libro Telelavoro Domiciliare, Ediesse, 2002 (http://www.ediesseonline.it/catalogo/materiali/telelavoro-domiciliare) --------------...
Di più

Inquinamento? E’ il momento di telelavorare !

Ogni volta che le polveri sottili avvelenano le nostre città qualcuno si ricorda del telelavoro. Purtroppo quasi mai quel qualcuno è un decisore pubblico, responsabile di una qualche politica per l'ambiente. Io e il collega De Masi, sin dal 2002 abbiamo lanciato un appello per l'uso del telelavoro contro l'inquinamento. La cosa è finita sulle prime pagine di qualche giornale, poi piu' nulla. Chi poteva prendere decisioni non le ha prese, il numero delle auto in circolazione nelle nostre citt...
Di più

Telelavoro: il rimedio anti-influenza

 Nel 1973 Jack Nilles proponeva di affrontare la prima grande crisi energetica riducendo il pendolarismo con il telelavoro; oggi, con il supporto di innovative e potenti tecnologie, riprendiamo il rimedio di “zio Jack” per affrontare una nuova, pressante emergenza: l’influenza A/H1N1. Negli USA l’Amministrazione, già dal 2001, aveva stimolato l’implementazione del telelavoro quale strategia di difesa contro ogni tipo di epidemia nazionale e globale. Un rischio che oggi, di fronte alla dichiar...
Di più

7. Breakeven analisys

Lo strumento dello scenario di analisi è stato utilizzato per condurre una “breakeven analisys” riguardo alle emissioni di CO2, dal momento che tutte la componenti del modello di telelavoro contribuiscono ad esse, indipendentemente dal fatto che la fonte di energia sia l’elettricità o il gas naturale. Le variabili assunte per lo scenario sono le stesse dell’analisi probabilistiche, ad eccezione della frequenza del telelavoro (qui si assume che sia svolto per 1, 3 o 5 giorni a settimana). L’obie...
Di più

6. I costi esterni: parametri chiave

 La Tabella 6 presenta le variabili che influenzano maggiormente i risultati finali per ciascuna sostanza inquinante nel modello. Per la parte di non-telelavoro dello scenario, le variabili relative al trasporto, come la distanza del commuting e la media del numero di passeggeri, influenzano in maniera significativa le emissioni di CO2, CO, e NOx ; per quella del telelavoro, invece, sono aggiunte alla liste la frequenza del fenomeno e il numero di viaggi di andata e ritorno. Questi risultati so...
Di più

5. L’analisi probabilistica

Tale analisi è stata condotta per stimare quell’incertezza implicita nei dati che può influenzare i risultati dello studio deterministico. Entrambe si basano sugli stessi scenari, ma nell’analisi probabilistica non viene effettuata una distinzione tra l’estate e l’inverno, e l’uso di attrezzature eterogenee nell’abitazione in cui si telelavora è ritenuto più importante. Lo scopo è quello di analizzare come i costi del telelavoro cambino quando si incorpora nell’analisi un certo tasso di incertez...
Di più